25 gennaio 2013

Cheti Pensieri - Seconda parte


Ne sono successe di cose.
Decisamente.

Ho dato una ripulita a questo blog, ci sono dannatamente affezionato.
Niente post inutili, niente pensieri immediati. O quasi.
Per quello c'è twittah.

C'è che mi sento cambiato, mi sento cresciuto.
Credo di essere cresciuto, almeno.

Vedo le cose sotto un'altra prospettiva, ma ciò non toglie quello che è un cardine della mia vita: non giustificherò mai più nessuno. Mai più.
Se fai una cosa, accollati il motivo per cui l'hai fatta: se l'avrai fatta ammettendolo, allora possiamo diventare migliori amici.
Con o senza benefici poco mi cala, sinceramente.

Ho capito perché sono successe tante cose, tra le quali c'è la dignità di uscirne fuori, mordere tutto coi denti e pensare che un giorno tutto quello non sarà più tuo. Per fortuna.

Ho preso molto più coraggio in me stesso e ho conosciuto persone.
Alcune stupende, altre meno, altre molto meno.

Ho conosciuto adulti che pensano da bambini e ho realizzato che non vale perdere tempo coi bambini.
Vero M.? Vero.

Ho conosciuto bambini che pensano da adulti e ho realizzato che sono le persone più interessanti del pianeta, perché ti ascoltano e ti rispondono pur avendo ancora l'innocenza di prendere a calci un pallone.

Ho imparato anche a tollerare, accettare, magari condividere certe scelte.
Ho imparato a non tollerare chi accetta volontariamente di farsi sfondare il culo salvo poi domandarsi il perché ha permesso ciò.

Ho scoperto un sacco di musica nuova, di musica vecchia e di musica conosciuta.
E ho scoperto che è bello parlarne con qualcuno che ne sa.

E ho trovato la nuova droga della mia vita, acquistabile su Steam a 2€ e rotti.

Insomma, un bilancio positivo.

Magari ho anche capito che sono una persona migliore di quanto io stesso creda.
Dento, molto dentro.
Magari in fondo al pancreas, che il cuore l'ho chiuso e ho mollato la chiave agli alligatori.



Bentornato, Blallo.

Canzone del rientro: Alcest - Sur L'Océan Couleur De Fer

2 vagiti:

The blair Lich Project on 26 gennaio 2013 10:08 ha detto...

Bentonnato amico mio

Antonio Monteleone on 26 gennaio 2013 10:42 ha detto...

Buonsalve.

Mentre leggevo, non so il perché, ti immaginavo riemergere da una vasca stile Matrix.